Referto sul controllo di gestione (incluso C.G.) (sw)

Caratteristiche in pillole

  • Il lavoro richiesto è minimo perché i centri di costo tipici, come i relativi indicatori, sono già memorizzati
  • Stampa il referto che dimostra alla corte dei conti l’avvenuta attivazione del controllo di gestione
  • La base di indicatori memorizzata può essere variata per arrivare a una configurazione soddisfacente

Normativa

  • Il controllo di gestione "(..) è svolto in riferimento ai singoli servizi e centri di costo, ove previsti, verificando in maniera complessiva e per ciascun servizio i mezzi finanziari acquisiti, i costi dei singoli fattori produttivi, i risultati qualitativi e quantitativi ottenuti e, per i servizi a carattere produttivo, i ricavi (..)" (D.Lgs.267/00, art.197/3)
  • La struttura alla quale è assegnata la funzione del controllo di gestione "(..) fornisce la conclusione del predetto controllo, oltre che agli amministratori ed ai responsabili dei servizi, anche alla Corte dei conti (..)" (D.Lgs.267/00, art.198-bis)

Qualche informazione in più

  • Rappresenta una soluzione vantaggiosa perché, a tutti gli effetti, dimostra l'avvenuta attivazione di un sistema semplificato di controllo di gestione comprensivo del referto da inviare alla corte dei conti
  • Il lavoro richiesto è minimo perché i centri di costo tipicamente adottati dai comuni, come i relativi indicatori, sono già presenti all'atto dell'installazione (archivi pre-caricati)
  • Se si utilizza anche il software "Relazione sulla gestione", gran parte dei dati sono importati automaticamente e il limitato tempo richiesto dal caricamento si riduce ancora di più